Marco August 24, 2019

Mario Balotelli – Roberto Mancini (2010)
Le statistiche possono raccontare molte cose interessanti sulla carriera dell’eterno turbolento Mario Balotelli. Quindi, per 54 partite per il Manchester City, l’italiano ha fatto solo un assist, che è caduto nella partita contro “CRC”, in cui l’obiettivo di Sergio Aguero ha portato la vittoria dei “cittadini” in Premier League.
Per due volte l’inquieto Mario ha cercato di domare Roberto Mancini, che è diventato per lui qualcosa come un padre. Ahimè, in nessuna delle sue squadre Balotelli non poteva giustificare le aspettative nei suoi confronti, ma Mancini avrebbe potuto perdonargli tutto per quel passaggio agli argentini.

Marouan Fellaini – David Moyes (2013)
Per un po ‘, la coppia Fellaini-Moyes è stata la più ridicola del mondo del calcio. I belgi erano considerati un acquisto di panico e Moyes era considerato un allenatore che finì per sbaglio all’Old Trafford. In un modo o nell’altro, Fellaini, che lo scozzese ha acquistato per un importo di £ 3,5 milioni in più rispetto al risarcimento (che una volta Moyes stesso aveva nominato!), Ha trascorso una stagione che preferisce non ricordare, e purtroppo, quella stagione non dimenticare mai.

Jermain Defoe – Harry Redknapp (2009)
Le carriere di Defoe e Redknapp si sono incrociate così spesso che sei semplicemente stupito di come è successo che solo nel 2009 sono riusciti a riunirsi di nuovo.
Entrambi lavorarono a Spurs, Portsmouth e Bournemouth, ma fu solo nel 2009 che Harry fu in grado di chiamare un rapido attaccante al campo di Tottenham, dove Defoe aveva accumulato 90 goal in cinque anni.

Jussi Jaskelainen – Sam Allardyce (2012)
Jussi Jaskelainen e Sam Allardyce sono diventati da tempo alcuni garanti della stabilità. Il portiere finlandese quarantenne trascorre la sua 24esima stagione a livello professionale nel campo di Wigan, anche se esternamente non si distingue dai giovani che Eddardays ha firmato nel 1997 dal Vaasan Palloseura.

Entrambi vennero nel West Ham, quando aveva soprattutto bisogno di stabilità, e assicurarono quella stabilità. Big Sam ha aiutato i londinesi a tornare in Premier League, e Jaskelainen ha aggiunto tranquillità ai fan abituati alle meraviglie di Robert Green.