Marco May 16, 2018

Seguendo l’esempio di Zlatan. 8 giocatori che devono lasciare il Manchester United
Mourinho ha bisogno di lasciare la zavorra.

Il calciatore svedese è andato alla MLS dopo che non è riuscito a riprendersi dall’infortunio. È sfortunato che Zlatan non possa portare con sé un paio di soci. Nella riserva, “United” ha accumulato zavorra extra, sebbene alcuni giocatori continuino a volte a scendere in campo come parte dei “diavoli”. Inoltre, dopo l’arrivo di Alexis Sanchez, la competizione nella linea d’attacco è diventata folle e alcuni importanti artisti devono andarsene, per non rimanere in panchina nella prossima stagione.

Victor Lindelöf

Seguendo l’esempio di Zlatan. 8 giocatori che devono lasciare il Manchester United
Foto: MUFC, indipendente, UEFA

In estate, il Benfica ha ricevuto 35 milioni di euro per il suo difensore, altri 10 sono stati registrati come bonus, ma non saranno visti esattamente in Portogallo. Victor è meglio illustrato nemmeno partita disastrosa a Huddersfield, e le altre due cose – il suo posto in campo, Chris Smalling, Victor – la peggiore del “Regno” quando Ander Herrera sui giochi Voto medio su WhoScored. Lindelof non è fiducioso in se stesso, spesso perde la sua posizione, permette i falli ruvidi. Trasferimento disastroso Se lo svedese non se ne va in estate, è improbabile che lo “United” riesca a venderlo per denaro decente.

Chris Smalling

“Nel cortile nel 2018, e nel” Manchester United “continua ad andare, Chris Smalling,” – dice uno dei tifosi “diavoli” raccolte più ripubblicare durante l’ultima partita con il “Brighton”. A volte non è molto chiaro perché Chris sia così prevenuto. Lo smalling sulle statistiche in questa stagione supera l’elogiato Eric Bai. L’inglese è leggermente meglio alle intercettazioni e nella pura selezione.

Seguendo l’esempio di Zlatan. 8 giocatori che devono lasciare il Manchester United
Foto: MUFC, indipendente, UEFA

Un’altra domanda è che Smilling ha 28 anni – non c’è alcun potenziale. Chris è un difensore del livello di Premier League, ma non della Champions League. Il capo allenatore dell’Inghilterra Gareth Southgate non ha avuto paura di criticare pubblicamente Smalling.

“Non ho chiamato Chris in squadra, perché nel calcio moderno il primo passaggio conta. Chris non è così bravo a uscire dalla difesa in attacco, è inferiore ai concorrenti nel gioco del passaggio. “