Marco May 16, 2018

Iniziando con un paio di commenti simili nello spirito degli slogan per il film d’azione, lo svedese ha segnato quattro gol nelle prime tre partite e si è innamorato di fan e giocatori. All’inizio della stagione, quando il “Manchester” non ha ancora raggiunto in infinite disegna con perdente e si stabilirono al sesto posto, blitzkrieg Ibra come se sollevato dagli occhi di tutti i filtri in bianco e nero rilevanti del club, e mostrò loro la vita a colori.

La “giustizia” sono abituati ai giocatori, che unisce tecnica, potenza e grande J. George Best, Eric Cantona, Roy Keane, David Beckham, Nemanja Vidic – ciascuno a suo modo, è stato della batteria del team di emozioni, non solo un giocatore, ma il , che ha organizzato gli altri intorno a lui. Ibrahimovic – anche se ha trascorso meno di due stagioni nel club, e ha giocato pienamente e poi meno di uno – è stato una tale cifra per lo United.

Zlatan United. Ibrahimovic ha lasciato il Manchester pobeditelemFoto: MUFC, Goal

Era particolarmente necessario invitarlo al “MU” prima della sua stagione d’esordio, Mourinho, per il quale Zlatan divenne un confidente e il primo generale. Svedese e le caratteristiche intrise di simpatia reciproca anche nel “Inter”: Ibra impressionato che Moura lo rispetto come persona e non cercando di cambiare, ma l’allenatore sapeva che per lui, questa macchina uccidere se stessi e il nemico.

Naturalmente, Zlatan era consapevole che non era più giovane, e non rimane nella “Manchester” per un lungo periodo di tempo, e la sua carriera non era ideale – con uno dei club che non ha mai giocato in Champions League e non ha potuto contare su qualcosa di serio con la squadra. È venuto a Mourinho per giocare nell’ultimo grande club della sua carriera e aggiungere l’Inghilterra al numero di territori conquistati.

Dietro il pathos storto e il narcisismo ha sempre mostrato sincerità e la volontà di dare tutto alla squadra qui e ora – perché allora sarà già in un altro posto. “Egli porta un sacco per la squadra, non solo la mentalità, ma anche la sua comprensione del calcio, il modo in cui si comportava con gli altri giocatori nello spogliatoio – ha parlato l’impatto Ibra scorsa stagione Juan Mata. – Si fa sempre la cosa giusta al momento giusto e motiva tutti “.